Dati Audipress 2021/III: ancora in crescita la lettura in digitale

Dallo scenario del consumo dei principali brand editoriali su carta o digitale dei dati dell’edizione Audipress 2021/III emerge che la stampa coinvolge ogni mese 32,3 milioni di italiani: un mezzo che si conferma rilevante per volumi, per qualità dei target e per abitudini di fruizione. I lettori che ogni mese scelgono la digital edition raggiungono quota 5,5 milioni, una platea che ha rafforzato decisamente il proprio valore e che si è quasi quadruplicata nell’ultimo biennio – osserva il Presidente Mauri – mentre sull’intero anno 2021 le performance del mezzo stampa nel complesso per carta e/o replica appaiono stabilizzate (-0,4% rispetto all’edizione precedente per i Lettori Stampa Ultimi 30 giorni)”. In un giorno medio, il 21,4% della popolazione +14 anni accede all’informazione attraverso la lettura di uno dei principali quotidiani su carta o digitale replica (11.325.000 lettori, con 16,1 milioni di letture), con una quota predominante di letture a frequenza alta (circa il 60%), indice di un’abitudine di consumo regolare. Le analisi di queste audience attraverso i dati sulla fonte di provenienza della copia confermano la qualità della relazione con il lettore e la fiducia nel ruolo della stampa, un valore riconosciuto dalla volontà di acquisto che emerge nella rilevanza delle quote di lettura di copia comprata (personalmente/in famiglia e/o in abbonamento): il 67,2% per i Quotidiani, il 79,3% per i Settimanali e il 76,2% per i Mensili.